Cerca nel blog

mercoledì 24 dicembre 2014

Letteratura inglese - William Shakespeare - To be or not to be (translation into Italian / traduzione in italiano)

·         “To be or not to be” means “To exist or not to exist”
·         In LINES 2-5 Hamlet disputes with himself which life’s the more honourable choice[1], patiently to endure earthly misfortunes[2] or boldly oppose them[3]. “In the mind to suffer” means “to endure”.
In line 4 is the metaphor of fighting with human weapons against the superhuman force of the sea[4].

TRADUCTION
AMLETO: Essere o non essere, questo è il problema:
se sia più nobile d’animo sopportare
i colpi e i dardi della sorte funesta,
o prendere le armi contro un mare di problemi,
e porgli fine lottando contro di essi? Morire, dormire-
nulla di più; e attraverso questa morte dire che poniamo fine
all’affanno del cuore, e a mille sofferenze naturali
che toccano in sorte all’uomo (alla carne). E’ conclusione
da augurarsi con tutto il cuore. Morire, dormire;
dormire, forse sognare. Sì, proprio questo é l’intoppo;
perché in quel sonno di morte il pensiero il pensiero di quali sogni possano esserci,
quando vanno liberati dai problemi della nostra vita,
deve farci esitare e pensare. Quello è il motivo
che dà una vita così lunga ai nostri guai;
poiché chi sopporterebbe le sferzate e le delusioni del tempo,
i torti degli oppressori, l’oltraggio degli uomini prepotenti,
le angosce dell’amore respinto, la lentezza della legge,
l’insolenza di persone che ricoprono una carica pubblica, e il rifiuto
che le persone meritevoli devono subire pazientemente da parte di persone indegne,
quando lui stesso potrebbe trovare la pace
con un semplice pugnale? Chi sopporterebbe questi fardelli,
per sudare una vita faticosa e triste,
se non fosse per il fatto che la paura di qualcosa dopo la morte –
quel paese ignoto dai cui confini
nessun viaggiatore fa ritorno – indebolisce la volontà,
e ci fa piuttosto sopportare quei mali che abbiamo
piuttosto che volare verso altri dei quali non siamo a conoscenza?
E così la coscienza ci rende tutti codardi,
e così il colore naturale del coraggio
è ricoperto dal pallore malsano del pensiero[5],
e imprese di grande ambizione e importanza
per questo motivo sviano il loro percorso
e perdono il loro valore di azione.




[1] la scelta più dignitosa
[2] sopportare pazientemente le disgrazie terrene
[3] opporsi con coraggio ad esse
[4] lottare con armi umane contro la forza sovrumana del mare
[5] diventa malsano a causa del troppo riflettere

Nessun commento:

Posta un commento